Il risolutore è il cervello del gruppo. Bravo a notare corrispondenze, risolvere sfide e decifrare codici. Si destreggia con enigmi e idee fino a risolvere ogni sfida che sta affrontando. Trae piacere dal gioco quando è lui ad aver decifrato il codice degli enigmi tra tutti i membri della squadra.

Tuttavia il risolutore ha una cattiva abitudine: gli piace concentrarsi su un enigma fino a quando viene risolto e odia quando deve essere lasciato a metà per provarne uno diverso. In casi estremi questo atteggiamento porta il risolutore a essere quel giocatore che trascorre metà del gioco in un angolo a lavorare da solo su un singolo enigma senza accorgersi che il lucchetto corrispondente potrebbe essere stato già aperto da qualcun’altro!

La parola d’ordine sarà quindi: accettare la sfida con leggerezza!